Smaltimento Rifiuti Ospedalieri

Lasciando pochi semplici dati, sarai ricontattato in tempi brevi da ditte specializzate in Smaltimento Rifiuti che ti forniranno dei preventivi gratuiti.

Specifica in maniera dettagliata il materiale che necessiti smaltire in modo tale da permette alle aziende di fornirti più informazioni possibili riguardo il servizio desiderato.


Descrizione Smaltimento Rifiuti Ospedalieri

I rifiuti ospedalieri sono di tantissime tipologie e vanno trattati ognuno in maniera adeguata. L’obiettivo primario resta, ove possibile, quello di favorirne il riciclaggio ed il riuso, effettuare una raccolta differenziata appropriata. Bisogna sempre rivolgersi ad aziende e professionisti esperti nello smaltimento rifiuti ospedalieri in modo tale che questo venga svolto nel rispetto delle normative vigenti, della salute pubblica e dell’ambiente. Cerca subito su imprendo.org le ditte specializzate: ad esse si potranno richiedere fino a 6 preventivi gratuiti o un intervento urgente in caso di necessità.

I rifiuti sanitari possono essere divisi in:

  • non pericolosi;
  • assimilabili ai rifiuti urbani;
  • pericolosi a rischio infettivo.


I rifiuti sanitari non pericolosi devono essere quanto più possibili recuperati ed avviati ad un processo di riutilizzo. In caso contrario essi vanno smaltiti correttamente evitando, in modo assoluto, che questi finiscano in discarica. Ciò riguarda per esempio i farmaci scaduti, i cui principi attivi sono pericolosi e potrebbero dar luogo ad emanazioni tossiche. Essi devono essere riposti in appositi contenitori e successivamente smaltiti attraverso la termodistruzione.

I rifiuti assimilabili ai rifiuti urbani devono essere trattati come tali. Ciò significa che, a seguito di un’attenta raccolta differenziata, molti di essi vanno riutilizzati e riciclati mentre la frazione umida e quella secca seguono il procedimento dei normali rifiuti – stoccaggio, impianti di termovalorizzazione, discarica.

I rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo devono essere trattati in prima battuta con la sterilizzazione che, effettuata secondo le norme vigenti, e con un procedimento che prevede anche la triturazione e l'essiccamento, ha l’obiettivo di diminuire il loro volume e peso. Successivamente ci sono le fasi di deposito temporaneo e stoccaggio interno all’azienda ospedaliera, il trasporto all’esterno, che deve essere effettuato con appositi imballaggi speciali, e poi lo smaltimento mediante la termodistruzione che può avvenire in impianti di incenerimento di rifiuti urbani o di rifiuti speciali.

Tutte queste operazioni devono essere svolte da personale esperto ed attento a tutte le procedure ed alle normative. Cerca subito su imprendo.org le ditte specializzate nello smaltimento rifiuti ospedalieri.

Trova il professionista per Smaltimento Rifiuti Ospedalieri nella tua zona